Sangue: in estate i donatori calano del 20 per cento, le urgenze no

Riportiamo dal quotidiano "Avvenire" di sabato 21 giugno scorso, il seguente interessante articolo.

Manca il sangue per le trasfusioni. Un problema cronico per l’Italia, che anche questàanno, come in ogni estate, si acuisce. La contrazione delle donazioni è del 20% su base nazionale.

Domani (domenica 22 giugno) si celebra la "Giornata italiana del Donatore di Sangue" e il Presidente della FIDAS, la Federazione delle Associazioni del settore, Aldo Ozino Galicaris, lancia un appello: PRIMA DELLE VACANZE DONATE IL SANGUè.

* * *

Domani, festività del Corpo e Sangue di Cristo, si celebra la Giornata del Donatore di Sangue. Il coincidere della ricorrenza religiosa con quella laica naturalmente non è scelta casuale. Del resto in entrambi i casi, e con le dovute cautele nell’equiparazione, di dono gratuito si tratta. Il Corpus Domini è ancora festa fra le più sentite del calendario liturgico. Molte le manifestazioni di antica italica tradizione.

Non è tradizione italica, invece, donare il sangue. Non lo è soprattutto fra i più giovani. E in estate mentre non diminuisce la richiesta cala sensibilmente l’offerta. Questioni di pigrizie ed egoismi. Il dono gratuito di Nostro Signore e la vita di tanti infermi sono l’ che ci interrogano, anche sotto l’ombrellone.