Festa del donatore a camolli casut 30-10-2011

Con una splendida giornata, si e’ svolta la festa della sezione di San Odorico a Camolli – Casut che oltre alle sezioni comunali di San Michele e di Sacile ha visto la partecipazione di altre 23 consorelle provenienti anche dal vicino veneto.
Preceduti dalla filarmonica Città di Sacile, a ricordo dei donatori defunti, sono stati deposti dei fiori presso il monumento dedicato ai caduti delle guerre.
Durante l’ omelia il parroco don Giuseppe ha avuto parole di incoraggiamento e stima per i donatori di sangue.
Numerose le autorità presenti oltre al sindaco Roberto Ceraolo e diversi assessori del comune di Sacile, era presente il vicepresidente provinciale AFDS di Pordenone Ivo Baita.
La sezione di San Odorico (molti erano giovani C.U.S.O. Club Umoristico S.Odorico ) e’ nata con l’obbiettivo di promuovere il dono del sangue ed essere presente soprattutto nelle frazioni a sud del comune di Sacile , subito si e’ avuta un’ adesione importante di donatori anche dalle località di Camolli, Cavolano e San Giovanni di Livenza, così oltre a San Odorico si è deciso di aggiungere nel labaro anche le frazioni confinanti con San Odorico.
Questo è il motivo che ha spinto il consiglio , ha detto Lucio Ceolin presidente dell’ AFDS San Odorico, a fare festa nella frazione vicina.
La celebrazione ha visto la partecipazione di donatori anche dalle sezioni di Tamai, Maron, Brugnera, in quanto la località Camolli comprende ben 3 comuni e sappiamo che non ci sono confini tra sezioni .